TR CU 004/2011 – Sulla sicurezza delle apparecchiature a bassa tensione

Il TR TC 004/2011 è entrato in vigore nel febbraio 2013. Secondo i requisiti del Regolamento Tecnico TR CU 004/2011 per determinate apparecchiature elettriche è necessaria obbligatoriamente una Certificazione EAC, per confermare la loro conformità e sicurezza prima del rilascio sul mercato. La Certificazione EAC ha lo scopo di confermare la sicurezza del funzionamento di elettrodomestici e apparecchiature industriali a basso voltaggio destinati a:

– corrente continua da 75 a 1500 Volt 

– corrente alternata da 50 a 1000 Volt.

Campo di regolazione TR TC 004/2011

Le apparecchiature a bassa tensione che rientrano nell’ambito di applicazione del TR TC 004/2011 sono apparecchiature elettriche che funzionano a 50-1000 V in corrente alternata e 75-1500 V in corrente continua. Si tratta di apparecchiature elettriche ed elettroniche che vengono utilizzate direttamente o incorporate in altri prodotti. 

Le apparecchiature soggette a marchio EAC ai sensi del TR TC 004/2011 sono:

  • Cavi, fili e altri prodotti via cavo;
  • Apparecchi di illuminazione e lampade;
  • Armadi e altri dispositivi di controllo degli impianti elettrici;
  • Attrezzature e impianti sportivi;
  • TV, ricevitori, dispositivi video e audio;
  • Computer e periferiche;
  • Dispositivi per l’igiene personale;
  • Elettrodomestici;
  • Elettrodomestici per la cucina e utilizzati conservare gli alimenti;
  • Utensili elettrici – sia manuali che portatili;
  • Apparecchiatura elettrica, elettronica come dispositivi di misurazione dell’energia, prolunghe, ecc.;
  • Apparecchi elettrici utilizzate per distribuire energia elettrica.
  • Alimentatori, caricabatterie, regolatori di tensione

Il TR TC 004/2011 non è applicabile per le seguenti attrezzature:

  • Equipaggiamento elettrico a scopo difensivo, progettate per l’uso in ambienti a rischio di esplosione, utilizzate su diversi tipi di trasporto, progettate per ascensori e carrelli elevatori (ad eccezione dei veicoli elettrici);
  • Prodotti medici;
  • Dispositivi di controllo delle siepi da pascolo

Come confermare la conformità delle apparecchiature

Le apparecchiature dall’elenco sopra riportato sono certificate secondo i seguenti schemi:

  • 1C: per attrezzature in serie. Include test dei campioni, analisi dello stato della produzione e una successiva ispezione. Durante la procedura è obbligatorio controllare le aree del sito produttivo. Il documento è valido per un massimo di 5 anni. Il richiedente è rappresentato dal produttore stesso o dal suo rappresentante.
  • 3C e 4C: rispettivamente per lotto e singolo prodotto. Questi schemi includono il test dei campioni. In questo caso per il documento non viene fissato il periodo di validità. Il richiedente può essere non solo il produttore (o il suo rappresentante), ma anche l’importatore.

Lo schema di dichiarazione è scelto dal produttore (o dal suo rappresentante) o dall’importatore. 

Condizioni per la certificazione

Per richiedere il servizio di certificazione a SERCONS è necessario fornire informazioni preliminari per il prodotto da certificare: nome, descrizione dettagliata e scopo. 

Noi di SERCONS rilasciamo Certificati di Conformità TR CU 004/2011 EAC sia per le aziende rappresentative dei Paesi dell’Unione Doganale sia per i produttori esteri. 

La documentazione tecnica necessaria per ottenere un certificato EAC deve includere le seguenti informazioni:

  • tipo di prodotto, modello e marca, informazioni sullo scopo;
  • specifiche tecniche e descrizione dettagliata di tutte le funzioni dichiarate;
  • requisiti di sicurezza per il trasporto, lo stoccaggio e l’uso di apparecchiature a bassa tensione;
  • informazioni di installazione e collegamento del prodotto alla rete elettrica;
  • elenco di problemi comuni e modi per risolverlo;
  • informazioni del produttore.

La documentazione tecnica per le macchine e le attrezzature destinate all’uso quotidiano deve essere fornita in forma cartacea e elettronica.

Per i dispositivi non domestici possono essere presentate solo versioni elettroniche dei manuali e delle istruzioni.

Il set di documenti per apparecchiature a bassa tensione deve essere conservato presso il richiedente (nel territorio dell’EEA) per almeno 10 anni. Questo periodo è calcolato dal momento della cessazione della produzione di apparecchiature di serie o dal momento della vendita dell’ultimo prodotto da un lotto certificato o dichiarato.

Requisiti per la marcatura GOST R delle apparecchiature a bassa tensione

Le apparecchiature a bassa tensione devono essere contrassegnate in piena conformità con le normative EAEU dell’Unione Economica Eurasiatica applicabili e contenere le seguenti informazioni:

  • marca e modello del dispositivo, nome e tipo;
  • caratteristiche tecniche del dispositivo che hanno un impatto diretto sulla sicurezza del suo funzionamento;
  • nome dell’azienda produttrice o marchio di fabbrica;
  • paese di fabbricazione delle apparecchiature a bassa tensione.

Tutte le informazioni di cui sopra si applicano al dispositivo a bassa tensione stesso, nonché alle istruzioni per l’uso e alla documentazione tecnica. Devono essere presenti anche sulla confezione.

Comparazione tra TR CU 004/2011 “Sulla sicurezza delle apparecchiature a bassa tensione” e la “Direttiva sulla bassa tensione” 2014/35/UE

In generale il TR CU 004/2011 “Sulla sicurezza di apparecchiature a bassa tensione” e la direttiva 2014/35/UE “direttiva sulla bassa tensione” sono quasi simili, ma c’è una differenza importante di cui tenere conto:

Secondo la direttiva 2014/35/UE quadri elettrici, spine domestiche e moduli di prova utilizzati esclusivamente da esperti in strutture di ricerca sono esclusi dall’obbligo di una valutazione della conformità. Ai sensi del TR CU 004/2011, invece, queste stesse apparecchiature soggette alla marcatura EAC. 

I nostri servizi

Prima di mettere in circolazione le apparecchiature nel territorio doganale dell’Unione, è necessario sottoporle alle varie procedure appena presentate.

Il gruppo della società “SERCONS” comprende enti di certificazione accreditati dallo Stato che hanno l’autorizzazione allo svolgimento delle pratiche di valutazione di conformità dei vostri prodotti in merito alle normative del regolamento TR CU 004/2011 e, conseguentemente, al rilascio della certificazione.

Presso il nostro organo certificatore lavorano specialisti esperti, che prepareranno il pacchetto di documenti necessario all’emissione di un certificato e/o dichiarazione. 

I nostri manager, inoltre, sono sempre pronti a fornire supporto e consulenza ai clienti in ogni fase della certificazione.

Testing laboratory for certification

Contattaci

I nostri clienti