TR CU 020/2011 – Sulla compatibilità elettromagnetica (EMC)

Il regolamento tecnico TR CU 020/2011 è entrato in vigore nel febbraio 2013. Il Certificato di conformità EAC TR 020/2011 conferma la qualità e la sicurezza di funzionamento dei dispositivi elettrici ed elettronici in grado di generare interferenze elettromagnetiche. Questo regolamento tecnico è stato sviluppato al fine di garantire il normale funzionamento di tutti i dispositivi elettromagnetici che possono essere fabbricati sia sul territorio dell’Unione doganale che fuori dai confini dell’Unione doganale.

Ambito di applicazione del TR CU 020/2011

Il TR CU 020/2011 si applica a mezzi tecnici che possono creare interferenze elettromagnetiche e/o il cui funzionamento può essere influenzato da interferenze elettromagnetiche di terze parti. La compatibilità elettromagnetica di un mezzo tecnico è raggiunta quando l’apparecchio funziona con la qualità prevista nell’ambiente elettromagnetico e non crea interferenze che disturbano il normale funzionamento di altri mezzi tecnici.

Certificato di conformità EAC

La conformità dei mezzi tecnici ai requisiti del TR CU 020/2011 è confermata dalla loro certificazione e/o dichiarazione. I mezzi tecnici soggetti alla certificazione sono:

  • Apparecchi elettrici ed elettrodomestici (per cucinare, per la cura della biancheria, vestiti e scarpe, per procedure igieniche, per la cura della pelle, capelli e unghie, per riscaldare il corpo, per la pulizia dei locali, attrezzature per giochi, sport e fitness, apparecchiature audio e video, macchine per cucire e maglieria, alimentatori, caricabatterie, regolatori di tensione, interruttori automatici, apparecchiature di illuminazione, ecc.)
  • Computer e strumenti tecnici che si connettono ad essi: monitor, scanner, stampanti, proiettori multimediali
  • Strumenti musicali elettrici
  • Tutti i dispositivi che possono funzionare con una tensione superiore a 100 V
  • Macchinari e attrezzature speciali utilizzati per la costruzione di strade
  • Quadri elettrici

Per quanto riguarda gli altri mezzi tecnici che non sono inclusi nella lista di cui sopra, il regolamento tecnico permette anche di sostituire la dichiarazione EAC con la certificazione, se il richiedente vuole.

Il TR TC 020/2011 non si applica ai mezzi tecnici che:

  • Hanno radiazioni elettromagnetiche passive, cioè in virtù delle loro caratteristiche non creano interferenze.
  • Non sono utilizzati da soli e servono come componenti per altri mezzi tecnici.

Schemi di certificazione

La certificazione EAC per la compatibilità elettromagnetica su richiesta del cliente può essere eseguita secondo uno dei seguenti schemi:

  • Schema 1C: è destinato alla produzione in serie. Sulla base dei risultati dei test di laboratorio viene determinato il periodo di validità del certificato, che non può superare i 5 anni. Il richiedente è il produttore (o il suo rappresentante ufficiale).
  • Schema 3C: per un lotto di prodotti. Il periodo di validità del documento in questo caso non è determinato.
  • Schema 4C: viene utilizzato per la certificazione di singoli prodotti. Come nello schema 3C il periodo di validità del documento non è determinato.

Nella maggior parte dei casi, oltre al documento che attesta la conformità alla normativa tecnica di compatibilità elettromagnetica, è anche necessario rilasciare certificati “Sulla sicurezza delle apparecchiature a bassa tensione» secondo il TR CU 004/2011 e il TR CU 010/2011 “Sulla sicurezza delle macchine e delle attrezzature”.

Tutti i documenti devono essere conservati per un minimo di 10 anni. 

Procedura di certificazione 

Dopo aver inviato i documenti necessari, la procedura viene eseguita in questo modo:

  • viene presa la decisione di condurre la certificazione EAC
  • vengono selezionati campioni di prodotto per il test in un laboratorio accreditato
  • in caso di risultati positivi del test viene redatto un protocollo e viene rilasciato un certificato EAC per le apparecchiature elettromagnetiche
  • il documento è registrato presso il servizio federale di accreditamento

Marcatura EAC

Una volta eseguita la valutazione della conformità ai requisiti del TR CU 020/2011 va applicato sui prodotti il marchio EAC dell’UEE. 

È necessario applicare sul dispositivo e sui documenti che lo accompagnano le seguenti informazioni: denominazione del dispositivo, caratteristiche e parametri importanti per la sicurezza, marchio del fabbricante e paese d’origine. 

I nostri servizi

Prima di mettere in circolazione degli apparecchi elettrici nel territorio doganale dell’Unione, è necessario sottoporli alle varie procedure appena presentate.

Il gruppo della società “SERCONS” comprende organismi di certificazione accreditati dallo Stato che hanno l’autorizzazione allo svolgimento delle prove di compatibilità elettromagnetica in merito alle normative del regolamento TR CU 020/2011 e, conseguentemente, al rilascio della certificazione e/o dichiarazione.

Per preparare i documenti necessari che attestano la conformità del prodotto alle normative EMC si consiglia di utilizzare i servizi dei nostri specialisti: anche una piccola imprecisione causerà il rifiuto del certificato EAC.

Presso il nostro organo certificatore lavorano specialisti esperti. Rivolgendovi a SERCONS troverete un partner affidabile che fornisce servizi di certificazione EAC da molti anni. Offriamo un’esecuzione rapida e di alta qualità che ti consentirà di ricevere i documenti in totale sicurezza e senza errori. 

I nostri manager, inoltre, sono sempre pronti a fornire supporto e consulenza ai clienti in ogni fase della certificazione.

Testing laboratory for certification

Contattaci

I nostri clienti