TR CU 025/2012 – Sulla sicurezza dei mobili

Il regolamento tecnico dell’Unione doganale eurasiatica TR CU 025/2012 è un insieme di requisiti per garantire la sicurezza nell’esportazione di mobili prima che essi vengano venduti in Russia e nei territori degli Stati membri dell’UEE. Mira a proteggere i consumatori da mobili di scarsa qualità e produttori senza scrupoli. È entrato in vigore nel mese di luglio 2014. 

I mobili devono essere realizzati in modo da garantire la sicurezza meccanica, chimica, sanitaria, antincendio ed elettrica, se utilizzati per lo scopo previsto e nel rispetto delle regole di funzionamento.

Campo di applicazione del TR CU 025/2012

I prodotti soggetti al regolamento tecnico TR TC 025/2012 sono divisi in due gruppi: mobili per scopi operativi e funzionali.

I mobili per scopi operativi sono quelli utilizzati:

  • in laboratorio
  • per l’istruzione e la scuola materna
  • negli alberghi, ostelli e sanatori
  • nelle imprese di commercio, ristorazione e servizi per la casa
  • nei teatri e in altre istituzioni culturali
  • in ufficio
  • in stazioni ferroviarie, istituzioni finanziarie e imprese di comunicazione
  • nei negozi di libri
  • in diversi locali sulle navi

I mobili per scopi funzionali sono invece:

  • vari tipi di tavoli (da pranzo, computer, riviste, ecc)
  • sedie e prodotti simili (sgabelli, panchine, sedie, pouf, divani letto, ecc.)
  • letti
  • materassi
  • armadi e altri oggetti di stoccaggio (cassettiere, scaffalature, scaffali, appendini, cassetti, ecc.)
  • mobili per bambini

Il TR TC 025/2012 non si applica a:

  • Mobili medici, letti ospedalieri con dispositivi meccanici e altri mobili utilizzati nei reparti di chirurgia, odontoiatria e veterinaria
  • Mobili antichi
  • Mobili usati e ristrutturati
  • Campioni promozionali

Valutazione della conformità

Il TR TC 025/2012 stabilisce per l’arredo la necessità di un certificato EAC o di una dichiarazione EAC. I mobili per bambini, quelli per l’istruzione e i mobili scolastici richiedono la certificazione. Il resto dei mobili sopra elencati, la dichiarazione.

Schemi per la certificazione EAC dei mobili

I mobili sono certificati da tre schemi:

  • 1S: per la produzione in serie. Include l’analisi dello stato della produzione.
  • 2S: per la produzione in serie. Include la certificazione del sistema di gestione della qualità del produttore.
  • 3S: per i lotti di produzione.

Tutti gli schemi includono un test dei campioni dei mobili. 

Il periodo per il quale viene rilasciato il certificato dipende molti fattori, ad esempio dal tipo e dallo scopo dei prodotti, dallo schema di certificazione selezionato, dal periodo di rilascio previsto dei prodotti o dalla sua consegna al paese importatore. Tuttavia, in ogni caso, non può superare i cinque anni.

Se il produttore apporta modifiche ai prodotti durante il periodo di validità del certificato, il richiedente deve segnalarlo. Sulla base dell’analisi delle modifiche apportate, l’autorità di certificazione può confermare nuovamente la validità del certificato oppure eseguire ispezioni non programmate per verificare se i prodotti modificati sono ancora conformi ai requisiti per mobili richiesti. 

Schemi per la dichiarazione EAC dei mobili

Per la dichiarazione EAC ci sono diversi schemi:

  • Schema 1D: per la produzione in serie
  • Schema 2D: per i lotti di produzione

Seguono questi schemi i mobili per i negozi di libri, per le imprese commerciali e le sedie per gli auditorium.

  • Schema 3D: per la produzione in serie
  • Schema 4D: per i lotti di produzione
  • Schema 6D: per la produzione in serie. Include la certificazione del sistema di gestione del produttore.

Seguono questi schemi i mobili per la casa e i mobili per locali pubblici.

Anche in questo caso la durata non può superare i 5 anni.

Marcatura EAC

Una volta attestata la conformità ai requisiti del TR CU 025/2012 si procede con la marcatura dei mobili con il marchio EAC dell’UEE, da questo momento in poi possono essere commercializzati. 

Requisiti del TR CU 025/2012

Oltre alla conformità dell’arredo, il regolamento tecnico definisce i requisiti per la sicurezza meccanica, chimica, antincendio, igienica ed elettrica dei mobili. Regola anche l’identificazione, l’etichettatura e il contenuto degli arredi:

  • Nome dell’articolo (riflette il suo scopo funzionale o operativo)
  • Simbolo alfanumerico per l’identificazione univoca dell’articolo
  • Logo del fabbricante (se applicabile)
  • Nome e ubicazione del fabbricante
  • Indirizzo legale e di fatto dell’importatore
  • Data di produzione
  • Garanzia e periodo di validità come specificato dal produttore
  • Marcatura EAC

I nostri servizi

Prima di mettere in circolazione mobili e arredo nel territorio doganale dell’Unione, è necessario sottoporli alle varie procedure appena presentate.

Il gruppo della società “SERCONS” comprende organismi di certificazione accreditati dallo Stato che hanno l’autorizzazione allo svolgimento delle prove conformità dei mobili alle normative del regolamento TR CU 025/2012 e, conseguentemente, al rilascio della certificazione e/o dichiarazione.

Presso il nostro organo certificatore lavorano specialisti esperti. Rivolgendovi a SERCONS troverete un partner affidabile che fornisce servizi di certificazione EAC da molti anni. Offriamo un’esecuzione rapida e di alta qualità che ti consentirà di ricevere i documenti certificativi in totale sicurezza e senza errori. 

I nostri manager, inoltre, sono sempre pronti a fornire supporto e consulenza ai clienti in ogni fase della certificazione.

Testing laboratory for certification

Contattaci

I nostri clienti